M5S – PROPOSTA AUMENTO TASSAZIONE RENDITE FINANZIARIE AL 27%

I parlamentari M5S hanno proposto di aumentare le tassazioni sulle Rendite Finanziarie dal 20 al 27%. Si tratta di una proposta non votata dalla base. Si tratta di aumentare tassazioni anzichè promuovere diminuzioni di spese militari e opere inutili, di privilegi e sovracosti, di remunerazioni e pensioni. Questo contravviene agli orientamenti produttivi finora espressi da M5S. Tutta la mia disapprovazione. Spero si possa procedere quanto prima a votare tutte le varie proposte di programma e spero verrà votata anche la scelta pro o contro Euro ed Europa. Operare correttamente ed a favore di tutti i cittadini siamo tutti d’accordo. Ma è ormai indispensabile che votiamo e conosciamo bene  le linee che M5S intende seguire. M5S può vincere le prossime elezioni. Dobbiamo votare il programma e conoscere perfettamente bene quali operatività i cittadini eletti promuoveranno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a M5S – PROPOSTA AUMENTO TASSAZIONE RENDITE FINANZIARIE AL 27%

  1. unviaggiatoreblog ha detto:

    Non è proprio così. Anche tante famiglie hanno investimenti in Titoli e trovarsi tassati al 27% anzichè al 20% i loro dividendi o i loro aumenti di valore… Stiamo tra l’altro parlando di investimenti che spesso sono diminuiti del 90% del loro valore massimo. In ogni caso, ogni tassazione allontana operatori e diminuisce transazioni. Come nel caso dell’IMU prima casa che ha portato un gettito minimo e che ha però diminuito tutte le operatività immobiliari. Lo Stato ha perso in diminuzione di IRPEF dalle società costruttrici e dai loro lavoratori ed ha spesso visto fallimenti o casse integrazioni. Ha inoltre perso da diminuite compravendite. Ed ha inoltre perso da tutti i consumi che sono diminuiti in relazione alla povertà che si è creata. Ogni tassazione dovrebbe avere un perfetto equilibrio tra il suo gettito e la sua incidenza negativa sull’operatività imprenditoriale. In ogni caso, anche questo richiesto aumento di tassazione su capital Gain e Rendite Finanziarie, non produrrebbe gettito ed allontanerebbe invece operatività di Banche ed Imprese e Traders di tutti i tipi dall’Italia, e creerebbe anche, naturalmente, diminuzione di posti di lavoro conseguenti. Inoltre i cittadini eletti si sono sempre dichiarati portavoce di scelte degli iscritti. Avrebbero dovuto sottoporre queste loro proposte a corrette votazioni…Ma la realtà dei fatti è che per mantenere improduttività e parassitismi di tutti i tipi, le tassazioni in Italia sono ormai insostenibili ed innumerevoli operatori economici si stanno allontanando dall’Italia. Bisogna assolutamente cercare di creare le condizioni affinchè invece quelli che ci sono rimangano ed anzi, altri tornino a considerarla interessante.

  2. Sanlughi Gino ha detto:

    Questa tassa nè me nè te, serve a tassare in poche parole, giri soldi molto grandi. In italia questa tassa era intorno al 12,5 %, il governo monti l’ ha portata al 20, ma rimane comumque la più bassa d’ Europa. Il M5S ha fatto una buona scelta secondo me…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...