MONTECITORIO, ABBIAMO UN PROBLEMA – REMUNERAZIONI PARLAMENTARI M5S – BEPPE GRILLO BLOG

Accordi sono stati sottoscritti ed è stata una cosa importantissima e bellissima. Ma, alla luce di nuove conoscenze e nuove riflessioni, possono essere riconsiderati. Si tratterebbe solo di spiegare bene all’opinione pubblica, eventuali variazioni. Per conto mio, è un pò sbagliato, e potrebbe rivelarsi controproducente, che chiediamo ai ns. parlamentari di lavorare tantissimo e benissimo, e che chiediamo loro di accontentarsi di remunerazioni tutto sommato “contenute”. Anche, sminutivo, di fronte agli altri parlamentari, degli altri Partiti storici, molto più remunerati e molto “intrallazzati”. E, per conto mio, sarebbe anche sbagliato, lasciare che ognuno decida diversamente dagli altri. I ns parlamentari, per quanto siamo a conoscenza, si stanno rivelando bravissimi e laboriosissimi. Giusto che siano ulteriormente motivati da “corrette” remunerazioni, almeno non troppo lontane da quanto percepiscono i ladroni storici. Inoltre, per conto mio, bisognerebbe dare loro la possibilità di crearsi un minimo fondocassa personale. Sono del parere che, diciamo per i primi 12 mesi, possano trattenere tutto il forfettario, e, in seguito trattenere solo il rendicontato. Un altro problema riguarda la liquidazione finale. Per conto mio, anche questa è da riconoscere loro almeno per metà. Un ulteriore problema riguarda le finalità dell’utilizzo del restituito. Sarebbe molto opportuno e molto motivante che venissero decise molto bene le sue assegnazioni. Bene sarebbe stato creare una Banca M5S di Microcredito. Non mi fido molto delle varie associazioni caritatevoli o benefiche. Dovrebbero essere veramente “sopra le righe”. Meglio che queste risorse vengano gestite da M5S. Veramente a favore dei cittadini in difficoltà.
Anche una modalità operativa molto corretta e che risulterebbe premiante per i cittadini e premiante ed incentivante per i Parlamentari M5S, sarebbe che i Parlamentari possano trattenere per sé la metà di quanto risparmiato sui rimborsi forfettari. Questo li incentiverebbe per esempio a servirsi di voli economici anziché di voli costosi. Ed il risparmiato verrebbe equamente suddiviso tra assegnazioni a fini di microcredito ed i Parlamentari stessi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...