MARINA SALAMON E LA POLITICA

“Circa vent’anni fa ero assessore con varie deleghe a Venezia, nella giunta Cacciari. In orario di lavoro vedevo rientrare gli impiegati dal mercato di Rialto con il sedano che usciva dalle borse della spesa….E mi licenziarono per la storia delle fotocopiatrici. Ne servivano 32 ed un funzionario proponeva di noleggiarle per 3 anni con un costo di 400 MLN di lire. Bloccai la richiesta e presentai un preventivo più vantaggioso: spendere solo 200 MLN ed acquistarle invece di noleggiarle, e compresa c’era l’assistenza in garanzia per 3 anni. E chiesi la rimozione del funzionario agli acquisti. Tutti i dirigenti però, a scioperare per difenderlo. L’amministrazione dovette scegliere tra loro o me. E scelse loro, dicendomi che non avevo il senso della politica.”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...